The best bookmaker bet365

Дървен материал от www.emsien3.com

ideale terapeutico

Il più alto ideale terapeutico consiste nel ristabilire lo stato di salute in modo rapido, dolce e permanente, nell’eliminare e nel distruggere la malattia nella sua totalità agendo per la via più breve, più sicura e meno dannosa; questo deve avvenire secondo principi chiari e comprensibili.

Werner Heisenberg

Werner Heisenberg:

’’E’ probabilmente vero  in linea di massima che  nella storia del pensiero umano  gli sviluppi più fruttuosi  si verificano spesso ai punti di interferenza tra due diverse linee di pensiero. Queste linee possono avere radici in parti assolutamente diverse della cultura umana, in tempi diversi ed in ambienti culturali diversi, o di diverse tradizioni religiose, perciò se esse realmente s’incontrano, cioè se vengono a trovarsi in rapporti sufficientemente stretti da dare origine ad una effettiva interazione, si può allora sperare che possano seguire nuovi ed interessanti sviluppi’’

La caratteristica della Scuola Effatà è profondamente insita nel significato del nome: “APRITI”
All’interno del vero e proprio percorso scolastico omeopatico ,caratterizzato dai Casi clinici dal vivo,

vengono proposti alcuni seminari selezionati “integrativi” che diventano APERTI anche ad altre figure professionali , non solo in ambito socio-sanitario, al fine di proporre un continuo aggiornamento sulle discipline scientifiche più innovative correlate alla scienza medica e creare ponti e reti d’informazione  a beneficio di una salute sempre più profonda e globale
Questi incontri nella nostra esperienza didattica sono diventati ormai appuntamenti ricorrenti con fisici, psicologi, neuropsichiatri, osteopati, dentosofi, agronomi ecc. e  rappresentano occasioni di studio stimolanti per crescere nell’acquisizione di sempre più appropriati modelli conoscitivi della realtà.

http://www.scuolaomeopatiaeffata.org/

Vittorio Marchi:

 ‘’ non si può più continuare a considerare l ‘universo come una struttura costituita da frammenti sparsi nello spazio, ma bisogna concepire questa strutture come un tutt’uno.

Continuiamo a parlare di aldiqua e aldilà,di visibile e invisibile,di materia e spirito,senza mai avvederci che le due cosidette metà,se di metà si può parlare, sono coesistenti.

La fisica meccanicistica continuava a dire che esiste l’altrove,che esiste la distanza,che esiste la lontananza,  oggi la fisica quantistica asserisce che esiste l’ovunque, che significa dappertutto, che dunque siamo tutti fatti della stessa essenza ,sia il materiale solido che ciò che non vediamo, ogni cosa  è energia che si costituisce ora densa ora meno densa, e che ci fa apparire ai nostri sensi tutte le cose come separate e divise. Siamo tutti collegati perché siamo tutti la stessa cosa, coscienza priva di spazio e tempo. Siamo noi umani che nella nostra incarnazione limitata continuiamo a misurare tutto con il metro dello spazio e del tempo (…)’’

‘’Si è visto che preso un  fotone e  scisso in due nuovi fotoni ,essi a loro volta separati da enorme distanza,  restano interconnessi e l’informazione data ad uno si traduce simultaneamente all’altro e viceversa. Questo significa che il collegamento oltrepassa lo spazio-tempo e l’informazione è istantanea.

Questo è l’entanglement quantistico’’   

che dimostra il collegamento che esiste tra tutti noi, immersi in una rete di informazioni e di energia ,che ci nutre e ci modifica in ogni istante.

Ciò determina un ampliamento enorme di prospettiva,cambiando  il nostro modo di vedere il mondo  e di relazionarci , muovendo verso nuove strade  tutto ciò che riguarda i concetti di Salute e Malattia

John Carew Eccles

“Loro (la maggior parte degli scientifici )sono stati formati alla scuola del Materialismo.

Si tratta di uno stampo estremamente rigido e formato da un insieme di dogmi che non sono necessariamente spiegati scientificamente!

Per esempio, affermare che la nostra esistenza non è altro che un assemblaggio biologico senza cercare di comprendere tutto ciò che non entra in questo quadro, sotto il pretesto che tutto ciò non è “scientifico”   

Calcarea carbonica

Calcarea carbonica

Rimedio di indicazione frequente nella prima infanzia.

Conserva per tutta la vita una sorta di riflesso.

Il soggetto che lo richiede è sempre uguale a se stesso a tutte le età (nel suo stato di equilibrio)

Tradizionalmente conosciuto come il bambino paffuto, spesso biondo, di colorito cereo, con ventre e testa grandi, talora   “gonfio” perché più grasso che tonico.

vi racconto un rimedio alla settimana

Vi racconto un rimedio alla settimana:

iniziamo con Baryta Carbonica

BC evoca uno stato di debilitazione mentale conseguente ad una patologia somatica

Un disadattamento socio-professionale, un adattamento ad un livello inferiore: quello della regressione affettiva

La sintomatologia del rimedio può trovarsi a tutte le età e derivare da eziologie diverse

1)può trattarsi di un bambino che presenta una aberrazione genetica,  che ha subito una virosi prenatale, o che ha sofferto di anossia cerebrale all’epoca del parto, o portatore di una anomalia metabolica,o di una grave cardiopatia con ripercussioni cerebrali, vittima di una encefalopatia neonatale o precoce , o di una grave tossicosi, o di una eredità sifilitica,o di alcolismo o di altra intossicazione

2)può trattarsi di un adulto sprovvisto in parte o del tutto di autonomia e di maturità che può compensare tale deficit  grazie all’ambiente in cui vive; a volte rimasto infantile in seguito ad un incidente, o affetto da un processo di arteriosclerosi con frequente ipertensione arteriosa

3)può trattarsi di un anziano con rapida senilità progressiva e degenerazione fisica e psichica

Online bookmaker Romenia betwin365.webs.com